Comunicare ai tempi del coronavirus

Il coronavirus ha cambiato di colpo le nostre abitudini e i nostri programmi.

In situazioni di cambiamento come questa sentiamo il bisogno di raccogliere informazioni.

 

La comunicazione assume un ruolo molto importante.

Il rischio di infodemia è alto. Tutti siamo responsabili. Ognuno di noi, infatti, attraverso i social è diventato un canale di informazione.

 

Partiamo da una regola base che ci suggerisce Parole Ostili:

L'immagine può contenere: il seguente testo "parole stili Condividere è una responsabilità Condivido testi e immagini solo dopo averli letti, valutati, compresi."

 

Questa è la base ma possiamo fare di più.

Ad esempio, visto che non siamo giornalisti: perché condividere tutte le notizie riguardanti il coronavirus?

 

Se ho verificato le fonti e sono vere perché non condividerle, direte voi.

 

Iniziamo col dire “siete proprio certi di aver verificato bene?”

 

Questi sono i consigli del Corecom Lombardia :

  1. Prima di condividere verifica.
  2. Controlla l’url.
  3. Controlla l’autore.
  4. Verifica la fonte.

Ora, visto che effettuare una verifica accurata è un bello sbattone perché non decidiamo di evitare di condividere a manetta?

Lasciamo le notizie alle fonti ufficiali fornite dalle istituzioni e al limite condividiamo solo quelle.

 

E allora cosa comunichiamo?

Già… cosa comunichiamo?

Ormai siamo abituati a comunicare sempre.

Parlare di altro in questo momento ci sembra strano e forse poco corretto. Ma è proprio così?

Io credo il contrario.

Penso sia giusto parlare anche di altro avendo rispetto del momento attuale.

 

Mettere tutta la nostra attenzione su questo argomento non fa che:

  • alimentare la paura in chi sta già vivendo con timore la situazione
  • spingere chi minimizza a sottovalutare il problema

 

Mantenere il giusto equilibrio non è facile ma penso che sia la giusta strada da seguire.

Atteniamoci alle indicazioni ufficiali e se non siamo esperti evitiamo di comunicare inutilmente.

 

 

p.s. per coerenza ho messo i link a tutte le fonti che ho citato 😉

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *