Da Sogno a Progetto

Sogno! ho scelto questa parola chiave per il primo articolo di quest’anno.

Non temete, non vi racconterò come realizzare i vostri sogni e se avete letto i miei articoli di fine anno, non vi auguro nemmeno di realizzarli.

Ma come? non ci auguri di realizzare i nostri sogni?

Prima di farvi questo augurio voglio farvi alcune domande:

  • qual è il vostro sogno?
  • desiderate davvero realizzarlo?
  • il vostro sogno farà star bene voi e chi vi circonda?

Sembrano domande facili ma non lo sono affatto.

Quando sono in aula, mi capita spesso di sentirmi dire “sai Elena, io avevo altri sogni nella vita!” e alla mia domanda “quali?” le risposte che ricevo sono quasi sempre confuse, poco chiare. A volte non c’è risposta, altre volte viene associato il sogno al titolo di studio “sai io sono laureato in lettere”. Molto spesso questa affermazione significa “sto facendo un lavoro che non valorizza le mie competenze”, ma non vuol dire in automatico che quello fosse il sogno (anche perché molto spesso il percorso di studi non corrisponde neanche a ciò che si desiderava davvero fare).

Quindi, prima di augurarvi di realizzare il vostro sogno vi auguro di riuscire a trovare davvero un sogno!

Aprite il vostro cassetto! Non abbiate paura! Fate uscire tutti i vostri sogni, anche quelli che vi sembrano irrealizzabili!

Dedichiamoci ora solo ai sogni che riguardano la vostra sfera professionale.

Qual è la professione che desideravate svolgere? Provate ad immaginarvi in quel ruolo. Come vi sentite? E’ ancora quello il vostro sogno?

Questo passaggio è molto importante perché la vita ci cambia e magari abbiamo scoperto nuove passioni ed interessi con il passare degli anni.

Qual è il lavoro che vorreste davvero fare? Non ponetevi limiti e individuatelo in modo chiaro.

Bene! una volta definito il sogno iniziamo a lavorare per trasformarlo in progetto.

Sì perché per realizzare qualsiasi cosa ci vuole un piano, una strategia… un progetto!

E’ importante avere degli obiettivi ma è importante pianificare con cura come fare a raggiungerli.

Una volta fatto il progetto non pensare più all’obiettivo, è controproducente. Su questo tema vi consiglio di rileggere l’articolo che tempo fa scrissi per gli amici di We Carrot “Non inseguire il successo, punta all’eccellenza“.

Giorno dopo giorno concentrati sui fondamentali!

Non pensare all’obiettivo ma concentrati sui passi che devi compiere per raggiungerlo.

Gli imprevisti fanno parte della vita e a volte nascondono opportunità fantastiche.

Non rimanere concentrati sull’obiettivo ci consente di vivere in modo positivo gli imprevisti. Ogni ostacolo diventerà un’occasione di crescita. Il sogno forse cambierà.

E’ bene avere una direzione ma ciò che fa la differenza è il viaggio.

E durante il viaggio la caratteristica più importante è la resilienza.

Il mio augurio quindi è

Trasformate i vostri sogni in progetti e abbiate la giusta flessibilità per stravolgerli!

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *