Io sono per il bikini

Mi piace il bikini. Sono per il bikini e sono per la libertà di indossarlo.

I costumi interi sono belli ma li trovo scomodi. Quando faccio il bagno mi dà fastidio sentire il costume bagnato sulla pancia.

A volte penso alle nostre bisbisnonne. Poverette! per loro non era mica così facile…

Agli inizi degli anni ’20 le donne erano costrette ad andare in spiaggia indossando una specie di tuta che le copriva da testa a piedi. Non si trattava di moda ma di regole da seguire.

Poi col tempo le cose sono migliorate fino ad arrivare ai comodissimi e bellissimi bikini.

Ma in antichità le usanze erano totalmente diverse. Lo sapevate che non sono stati i famosi stilisti francesi Reard e Heim ad inventare nel ’46 il bikini? Pare che in epoca romana si usasse per l’atletica e la danza. Non ci credete? andate a visitare la villa romana di Piazza Armerina in Sicilia e troverete un mosaico che ve lo dimostra. Per nuotare invece non si usava il bikini perché si nuotava nude!!!

Ora per fortuna siamo libere di indossare il costume che più ci piace e che ci fa sentire a nostro agio.

Già… ma siamo poi davvero così libere?

Diciamoci la verità. Se abbiamo qualche chilo di troppo scegliamo il costume intero o al massimo il bikini con la mutanda più alta. Se abbiamo il seno piccolo scegliamo un fantastico push up e così via. E fin qui tutto bene se è questo che vogliamo.

Se è questo che vogliamo! Questa è la chiave di tutto. La libertà.

Io difenderò sempre la libertà di una donna di indossare ciò che desidera indossare, indipendentemente dal suo peso, dalla sua età e dalle regole che qualcun altro (probabilmente uomo) le ha imposto.

Come? non è questo il tema di questi giorni? non si parla di bikini ma di burkini?

Invece no. Io credo che sia proprio questo il tema!

Questo essere sempre contro tutto e contro tutti ci fa perdere di vista cosa veramente conta.

Per me conta la libertà.

Io sono per la libertà

Le analisi politiche e sulla sicurezza lasciamole a chi ne ha competenza.

Recuperiamo la capacità di lottare per qualcosa e non contro qualcosa altrimenti rischiamo di non sapere più dove stiamo andando.

Perdendo la direzione giusta perdiamo la coerenza e la capacità di costruire.

Mi chiedo… ma tutti questi uomini contro il burkini che si preoccupano per la libertà delle donne, non sono per caso gli stessi che fanno battutacce sulla cellulite in spiaggia? gli stessi che quando una donna viaggia da sola, se viene violentata dicono che se l’è cercata, o se non lo dicono comunque lo fanno chiaramente capire? gli stessi che fanno titoli di giornale chiamandoci “cicciottelle”?

Non lo so, forse sì forse no. Quel che so con certezza è che

Io sono per il bikini e per la libertà.

Sempre pro mai contro!

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *