La comunicazione favorisce la condivisione

Condivisione è un concetto che mi appartiene e che fa parte di quei valori profondi che mi hanno sempre accompagnata.

Qualche giorno fa ho letto questa frase sulla porta di ingresso di una chiesa

la comunicazione favorisce la condivisione

Può sembrare scontato e banale ma questa frase mi ha fatto capire perché mi occupo di comunicazione.

La condivisione è dividere con gli altri qualcosa.

Ma prima di poter dividere con gli altri occorre mettere in comune cioè comunicare.

C’è chi dà importanza alla comunicazione efficace dimenticando che essa parte dal contenuto. Chi dimentica questo passaggio arriva a dire che “è importante come si dicono le cose e non cosa si dice”. Se ci fate caso chi segue questo pensiero spesso non ha molto da dire.

C’è poi chi dà grande importanza al contenuto e pensa che la comunicazione sia inutile diplomazia, quasi ipocrisia. “E’ il contenuto che conta!!!” Certo, è vero ma il contenuto può essere mal interpretato, non basta mettere in comune.

I passaggi sono: ho un contenuto, lo metto in comune e lo divido con gli altri.

Se non ho un contenuto non ho nulla da condividere.

Se ho un contenuto ma non lo metto in comune, rimane mio e perde di valore.

Ma quando decido di comunicare e condividere è necessario che io faccia un passo in più.

Immaginate di tornare indietro nel tempo e di regalare uno smartphone a un vostro avo. Cosa penserebbe? Cosa se ne farebbe di quell’aggeggio strano? Non basterebbe mettere in comune ma bisognerebbe riuscire a spiegarne l’utilizzo.

Io emittente ho la mia storia, la mia cultura, le mie idee nate da esperienze, letture, studi, educazione. Il ricevente, chi riceve il mio messaggio potrebbe avere un percorso diverso. Mettere in comune senza aver cura di far arrivare il messaggio giusto non porta alla condivisione.

Sola la buona comunicazione porta alla condivisione.

La buona comunicazione è fatta di attenzione verso gli altri.

La buona comunicazione è fatta di amore. Amore nelle parole, nella voce, nei gesti, negli sguardi.

La buona comunicazione è :

Comunicare per donarsi agli altri

 

Comunicare per costruire, non per distruggere

 

Comunicare per costruire ponti, non muri

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *