La voce nel call center

La voce: lo strumento più importante dei professionisti che lavorano nei call center.

Due giorni fa si è diffusa la notizia riguardante il primo processo per malattia professionale del call center per il caso di un’operatrice di Torino che ha perso la voce.

Mi occupo di formazione nei call center e i miei corsi sono basati principalmente sull’utilizzo della voce. Mi sono sentita presa in causa e soprattutto in molti mi hanno chiesto di scrivere qualcosa a riguardo.

Mi spiace deludervi ma non entrerò nel merito della notizia, in quanto non mi compete. Non darò giudizi di sorta, in quanto abitualmente non giudico. Non darò pareri medici, in quanto non ne ho titolo pur avendo letto e studiato molto sulla materia.

Vi parlerò invece di un argomento che mi sta molto a cuore e che porto avanti ormai da tempo:

gli operatori di call center sono professionisti della voce

Culturalmente il concetto di professionista della voce viene associato al settore artistico, ai cantanti, agli attori, agli speaker, i quali abitualmente prima di iniziare ad esercitare la loro professione seguono un percorso didattico per apprendere il corretto utilizzo della voce.

Ultimamente il concetto di professionista della voce inizia ad estendersi anche ad altre professioni come l’insegnante o l’operatore di call center ma solo associandolo alle patologie, mai alla didattica.

L’operatore di call center è il professionista della voce numero 1. Chi lavora in un call center utilizza la voce per quasi il 100% della sua attività lavorativa, pertanto è necessario che acquisisca una tecnica in grado di preservarlo da eventuali disfunzioni vocali. Se un insegnante può alternare attività che prevedano l’utilizzo della voce con attività di altro genere, un operatore di call center non può farlo, in quanto il suo lavoro consiste nel parlare al telefono.

Ci sono responsabili della formazione di call center che hanno capito l’importanza di questo percorso. Personalmente tengo corsi di questo tipo in realtà importanti del settore, pertanto c’è chi si rende conto di quanto sia fondamentale la voce in questa professione.

Molto spesso sono gli operatori stessi a sottovalutare l’importanza di un utilizzo corretto della voce.

Caro professionista della voce che lavori in un call center,

utilizzando bene la voce non solo riuscirai a comunicare meglio ma ti stancherai di meno, gestirai meglio lo stress e riuscirai a prevenire eventuali possibili patologie. Come?

Ecco qui alcuni consigli che possono aiutarti ad iniziare a lavorare per conservare nel tempo una voce armoniosa:

1) Impara a respirare

La respirazione diaframmatica è alla base di un buon utilizzo della voce. Respirando con il diaframma potrai ottenere una buona ossigenazione polmonare indispensabile per una buona fonazione.

2) Rilassati

Lo stress può portare a tensioni della muscolatura della laringe e del collo accrescendo lo sforzo fonatorio. Fai esercizi di stretching, respira profondamente e sorridi (il sorriso non solo produce endorfina ma allenta le tensioni muscolari)

3) Idratati

Bevi regolarmente durante il turno di lavoro, possibilmente acqua a temperatura ambiente.

4) Riposati

Durante le pause di lavoro spesso nei call center ci si ritrova in luoghi molto rumorosi dove si tiene un volume della voce alto e quindi invece di riposare le corde vocali si tende ad utilizzarle di più e male. Durante la pausa stai il più possibile in silenzio oppure parla a bassa voce e magari concediti una bevanda calda zuccherata (se bevi caffè bevi sempre un po’ d’acqua subito dopo)

5) Stai dritto

Cerca di mantenere una postura corretta durante l’orario di lavoro. Mantenendo una postura ad angolo retto si mantiene l’allineamento della colonna vertebrale e la laringe mantiene una posizione corretta in grado di avere una fonazione senza sforzi.

6) Scalda la voce

Impara a scaldare la voce prima di lavorare. Le corde vocali sono muscoli e vanno allenati. E’ sufficiente qualche vocalizzo prima di iniziare a lavorare. Un semplice esercizio può essere questo: inspira lentamente ed espirando emetti la lettera A ad un volume medio e un tono medio fino a quando hai fiato. Ripeti per circa un minuto e vedrai che inizierai a lavorare con più energia (…non hai tempo? quando sei in coda al semaforo è un’ottima tecnica per imprecare in modo sano)

Se vuoi saperne di più continua a seguire il mio blog o contattami privatamente per una seduta di coaching individuale.

Se invece hai già delle patologie legate alla voce consulta un buon foniatra.

Ricorda sempre che sei un professionista della voce e che la tua voce è preziosa…

Rallenta, respira, sorridi…

 

 

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *