Mille grazie 2016

Mille grazie 2016!

Si avvicina il Capodanno e si fanno i bilanci dell’anno che sta per terminare.

In realtà questo bilancio io lo faccio più volte durante l’anno e i miei obiettivi li modifico spesso (ma di questo ve ne parlerò nel 2017…).

Torniamo al nostro 2016. Molti non vedono l’ora che finisca, quasi come se l’anno nuovo magicamente risolvesse tutti i problemi. Ahimè non è così.

La magia va aiutata e invece di sperare in un anno migliore perché non provare a partire da quanto di buono l’anno appena trascorso ci ha lasciato?

Analizzate il 2016 pensando a tutte le cose belle che vi sono successe. Non ce ne sono? pensateci bene… Forse sono poche ma di sicuro ci sono stati momenti belli da conservare e da tenere come fondamenta per il prossimo anno.

Il 2014 è stato per me un anno molto difficile, ma proprio quell’anno ha rappresentato per me l’inizio di una nuova vita. Come ho fatto? Ho cercato i momenti belli, ho trasformato i momenti brutti in lezioni importanti e da lì sono ripartita.

Se il 2015 è stato per me l’anno del cambiamento, della svolta, delle nuove sfide, il 2016 è stato l’anno in cui ho iniziato a raccogliere i frutti di quanto seminato con pazienza e amore e quindi è per me l’anno del ringraziamento.

E’ andato tutto liscio? E’ stato facile? No, è chiaro. La vita è sempre piena di ostacoli ma quando si è allenati e si possiedono gli strumenti giusti, gli ostacoli non sono occasioni di inciampo ma occasioni di crescita.

Bene, visto che il bilancio è positivo credo sia giusto fermarsi e ringraziare.

  • Mille grazie agli operatori che sono stati in aula con me. Facendo un rapido conto gli operatori formati nel 2016 sono ben più di 1.000! (quasi 1.100) Vi sembrerà impossibile, ma ricordo tutti i loro sguardi (a dire il vero ricordo anche quelli incontrati gli anni precedenti..). Quegli sguardi mi hanno comunicato e dato tanto. A volte erano sguardi tristi, arrabbiati e proprio quelli mi hanno insegnato di più. Una ricchezza che metterò nella valigia del nuovo anno.
  • Mille grazie ai miei follower di facebook e del blog. Ho ricevuto quest’anno tantissimi messaggi e email che mi hanno aiutato a capire che sono sulla strada giusta. Io scrivo e comunico quello che sento e quello che scopro, sempre con l’obiettivo di “mettere in comune”. Lo faccio con il cuore e quando scopro di essere stata di aiuto a qualcuno, allora tutto acquista davvero un senso.
  • Mille grazie alle donne che ho incontrato. Quest’anno è nata l’associazione “Il Laboratorio delle Donne” ed ho avviato collaborazioni femminili molto importanti. Ho scoperto la ricchezza dell’incontro tra donne e nel 2017 vedrete sbocciare il frutto di questi magici incontri.
  • Mille grazie agli amici. Quelli di sempre e quelli nuovi. L’amicizia è un dono prezioso che va coltivato e custodito gelosamente.
  • Mille grazie alla mia famiglia. Grazie perché, anche se a volte non capiscono le cose strane che faccio, mi dimostrano il loro amore. Grazie perché tra un problema e l’altro troviamo sempre lo spazio per coccolarci e ridere.

I ringraziamenti potrebbero proseguire fino a 1.000! 🙂 ma mi fermo qui.

Passiamo ora agli auguri. Io non vi augurerò un anno migliore perché dal primo gennaio non cambierà proprio nulla.

Vi auguro invece di trovare dentro di voi quelle risorse nascoste, che vi permetteranno di costruire un anno migliore.

Un augurio speciale lo voglio dedicare a chi ha perso il lavoro. Ricordatevi, avete perso il posto di lavoro, non la vostra professionalità. Vi auguro di trovare la serenità per riuscire a guardarvi dentro e per fare emergere tutte le vostre qualità.

Buon anno a tutti!!! e ricordatevi di…Respirare Rallentare e allo scoccare della mezzanotte di accogliere il nuovo anno con un Sorriso smagliante! 🙂 Cin Cin!

1 Comment Mille grazie 2016

  1. Elena 31 dicembre 2016 at 13:25

    Ciao Elena, grazie a te per gli auguri, e che sia un anno all’insegna delle donne 😉 Se mi guardo indietro con la giusta distanza su un anno che sta per finire, ti sembrerà strano ma ricordo solo il bello. Non che non mi sia capitato anche qualcosa di sgradevole, ma porto con me soltanto ciò che di buono ho vissuto. Il resto l’ho digerito. E ciò che non serve, lo lascio andare via.
    Auguri a tutti noi

    Reply

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *