Smettila di criticarti

Smettila di criticarti e di ascoltare le critiche!

Siamo circondati da persone che ci etichettano, che ci criticano apertamente o che esprimono giudizi su di noi. E’ così e non possiamo impedirlo.

Possiamo però decidere di non ascoltarli.

Quando ho imparato ad accettarmi e a smettere di mettermi in discussione di fronte alle critiche, la mia vita è cambiata.

Quando ti metti in discussione di fronte ad una critica stai accettando un’etichetta e questo non ti può portare alla crescita. I cambiamenti legati alle critiche sono negativi.

Quando impari ad accettarti riesci a vedere i tuoi punti di forza e cambi in positivo.

Le critiche più insidiose sono quelle nascoste dietro ad una facciata di feedback costruttivo.

I feedback costruttivi sono positivi e utili ma a volte non è facile distinguerli dalle critiche.

Per molti anni il mio lavoro prevedeva la gestione di persone, pertanto dare feedback era per me all’ordine del giorno.

Ho fatto corsi, letto libri, sperimentato e studiato come dare feedback in modo corretto al fine di migliorare e motivare le persone che lavoravano con me.

Sì perché lo scopo di un feedback deve essere quello di migliorare, motivare,  valorizzare e far emergere i punti di forza. Ecco perché deve riguardare qualcosa che abbiamo fatto e non la nostra persona.

Tutti sbagliamo e dagli errori impariamo, possiamo fare cose sbagliate ma

noi non siamo sbagliati!

Siamo unici e belli così come siamo. Ognuno di noi ha a disposizione una tavolozza infinita di colori che deve imparare ad usare per colorare la propria vita e quella degli altri.

Se una persona mi dà un feedback su un mio comportamento, su un lavoro che ho fatto, su qualcosa che ho detto, allora ascolto con attenzione e faccio anche domande per approfondire. Sì, faccio domande.

Fare domande è fondamentale!

Dietro ad un feedback negativo (soprattutto se non richiesto) si nasconde spesso la critica.

Facendo domande capisci se quel feedback ha senso e se è dato col fine di aiutarti a migliorare davvero. Facendo domande capisci se quella persona ha competenze o esperienza in merito e ti può offrire suggerimenti utili che ti aiutino.

Quando gestivo e dovevo fare schede di valutazione mi veniva spontaneo lodare e motivare i miei collaboratori. Il mio responsabile mi invitava a cercare sempre e comunque aree di miglioramento da evidenziare per spingere le persone a crescere.

Questa cosa non mi convinceva e facevo fatica a farla. Ora mi rifiuterei!

Per motivare una persona bisogna lodarla, sostenerla e aiutarla a scoprire i suoi talenti!

Quello stesso responsabile, quando faceva la mia scheda di valutazione mi diceva sempre che ero poco proattiva e poco creativa.

Per molto tempo mi ero comprata quelle etichette e le avevo fatte mie limitando in questo modo la mia proattività e la mia creatività.

Certo, era vero, avevo avuto comportamenti che si erano dimostrati poco proattivi e poco creativi ma sarebbe stato più utile analizzare meglio quei comportamenti invece di “etichettarmi”.

Quando ho analizzato meglio le mie azioni e i miei errori buttando via le etichette che mi avevano attribuito, allora la mia proattività e la mia creatività sono sbocciate!

Sì è vero non ho più quel responsabile, sono una libera professionista, ma fidatevi che anche adesso mi capita di ricevere critiche. La differenza è che ora ho imparato a volermi bene, ad accettarmi e a concentrarmi sulle mie capacità valorizzandole.

Faccio errori come tutti ma ora li accetto come occasioni di crescita.

I difetti ci sono ma diventano anche loro punti di forza quando impari ad accoglierli con amore.

Smettila di criticarti! Lodati! Fai il meglio che puoi e sii gentile con te stesso.

E se incontri qualcuno che ti critica, prova ad indovinare il mio consiglio…

Respira Rallenta Sorridi 🙂

2 Comments Smettila di criticarti

  1. Gaetano (Beatlesiani-Torino) 7 ottobre 2016 at 16:58

    non è sempre facile, anzi 🙂

    Reply
    1. Elena AloiseElena Aloise 9 ottobre 2016 at 15:45

      All’inizio può sembrare difficile ma è solo una questione di allenamento.
      E’ più facile iniziare a fare qualcosa invece di smettere di fare qualcosa.
      Quindi (anche se il titolo dell’articolo può ingannare) inizia ad apprezzarti per le cose che fai bene e allora sarà più facile smettere di criticarti quando sbagli.
      Prova!
      e come dice il nostro John “non ci sono problemi, solo soluzioni”

      Reply

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *