Trova il tuo suono

Siamo suono, siamo vibrazione.

Imparare ad usare bene la voce non è solo un fattore comunicativo.

Oggi è la giornata mondiale della voce. Quale occasione migliore per iniziare a pensare alla tua voce e alla ricerca del tuo suono?

Trovare il tuo suono significa trovare armonia.

 

Conosci il Nada Yoga?

Il Nada Yoga è una pratica che usa il suono e la voce come strumenti per migliorare il proprio equilibrio psicofisico.

Si tratta di una pratica che ha origini antiche.

Un’importante figura di riferimento del Nada Yoga fu Sri Vemu Mukunda, fisico nucleare, musicista indiano che studiò gli effetti dei suoni.

Vemu Mukunda affermava che ogni essere vivente è un suono.

Come la luce, se focalizzata e indirizzata in modo particolare, può uccidere o guarire, così può succedere per il Suono. Torniamo al Suono; allontanandoci dalla vibrazione originaria e creatrice ci siamo persi e ci siamo scollegati dalla nostra fonte di energia spirituale.

Secondo Vemu Mukunda ognuno di noi ha una sua nota, una vibrazione che lo caratterizza.

 

Come si trova il proprio suono?

Lasciamo andare le discipline orientali e cerchiamo di capire in concreto di cosa stiamo parlando.

La voce per essere in armonia con il nostro corpo deve poter fluire liberamente.

E’ importante quindi:

  • liberarsi da contratture muscolari
  • avere una buona postura
  • imparare a respirare bene

Per trovare il proprio suono è importante prendere consapevolezza della propria voce.

E’ importante imparare ad ascoltarsi.

 

Giornata mondiale della voce

La giornata mondiale della voce è nata in Brasile nel 1999.

In breve è diventata un fenomeno mondiale. Alcuni ricercatori nel 2012 hanno invitato esperti sulla voce da tutto il mondo per avviare una sensibilizzazione su questo tema.

Questa giornata nasce quindi con l’intento di ricordare quanto sia importante prendersi cura quotidianamente della voce.

 

Alcuni consigli utili

  • fai attenzione alla postura
  • bevi spesso, l’idratazione è molto importante
  • evita l’inquinamento acustico (quando siamo in luoghi rumorosi tendiamo a sforzare la voce)
  • impara a respirare col diaframma
  • regalati durante la giornata dei momenti di silenzio
  • evita il fumo
  • tieni sotto controllo il  reflusso gastroesofageo

Infine, se ti capita spesso di avere abbassamenti di voce oppure soffri spesso di raucedine, fai una visita di controllo da un foniatra.

 

Bene! Abbiamo fatto insieme il primo passo.

Ora tocca a te.

Buona giornata mondiale della voce!

 

 

Se vuoi iniziare un percorso per trovare il tuo suono scrivimi: scrivi@elenaaloise.it

o se preferisci trovi il mio videocorso sulla voce qui.