Vacanze a casa o prevacanze

Le vacanze a casa sono diventate per me una tappa importante.

Da un po’ di anni, per vari motivi, come molti di voi, mi trovo a passare una o due settimane di vacanze a casa.

Inizialmente mi pesava perché avrei voluto avere la possibilità di fare viaggi più lunghi, mentre ora per me è diventata una buona abitudine.

Avere qualche giorno da trascorrere a casa prima della partenza può essere l’occasione giusta per fare cose nuove, per rilassarsi e per rallentare.

Rallentare, fare spazio nella propria mente e rompere la routine ci preparano a vivere più intensamente i giorni di vacanza, facendoli diventare un’esperienza più piena.

Vi racconto cosa ho fatto quest’anno durante la mia settimana di vacanze a casa.

Non siete ancora partiti? Non partite affatto? Bene, questi suggerimenti potranno esservi utili.

E se invece siete di ritorno, tenete buoni questi spunti per le prossime vacanze 🙂

  • giardinaggio

Ho un piccolo orticello che coltivo con grande passione. Non ho il pollice verde e ne capisco davvero poco, ma non occorre essere esperti per coltivare un po’ di aromi, 2 piantine di melanzane e 2 di pomodori.

Stare a contatto con la terra, sentire il profumo delle piante, preparare una cena con il frutto del proprio orto sono sensazioni impagabili.

Coltivare inoltre ci insegna ad essere pazienti, ad essere attenti alle piccole cose e a staccare i pensieri.

Non preoccupatevi, non è necessario avere a disposizione un terreno. Sono sufficienti alcuni vasi sul balcone per iniziare a coltivare.

  • musica nuova

Nel periodo estivo io cerco sempre di andare ad ascoltare musica dal vivo. In estate ci sono molte occasioni per assistere a spettacoli di qualità sia in città sia nei paesi.

Durante la settimana di vacanze a casa dedico del tempo per ascoltare con più calma e attenzione la mia musica preferita ma ne approfitto anche per scoprire musica nuova.

Ascolto sempre musica ma in un periodo di riposo si ha la possibilità di soffermarsi di più e di ascoltare non solo con le orecchie.

  • riletture

Pensandoci bene, questa settimana di vacanze a casa è stata in realtà per me un modo diverso di lavorare.

Il mio lavoro non ha mai sosta, perché sono in continua ricerca e studio per migliorare la mia attività. Durante questa settimana di prevacanza però ho sospeso tutte le attività di routine per dedicarmi ad elaborare nuovi progetti.

Lavorando a nuovi progetti ho scoperto la bellezza di rileggere libri che per me sono stati importanti.

Mi sono dedicata anche alla rilettura di alcuni best seller letti tempo fa che non mi avevano colpito particolarmente, ma che da molti vengono considerati “illuminanti”.

Ad esempio, sto rileggendo “Le 7 regole per avere successo” di Stephen Covey.

Quando avevo letto questo libro la prima volta non avevo ancora vissuto alcune esperienze. Rileggendolo ho trovato spunti di riflessione molto belli che la prima volta non avevo notato.

Rileggere è un po’ come studiare; interiorizzare meglio i concetti e farlo in un momento di tranquillità è ancora più efficace.

  • passeggiate

Mi piace passeggiare. Lo faccio sempre quando sono in giro per lavoro, ma raramente riesco a farlo nella mia città.

Questa settimana ho passeggiato per le strade semivuote del mio quartiere ed è stata un’esperienza bellissima.

Attenzione però. La regola è passeggiare senza meta, con calma, guardandosi intorno con attenzione, ascoltando rumori, odori, sensazioni.

Se non lo avete mai fatto, provate! mi farete poi sapere com’è andata.

  • svuotare gli armadi

Lo ammetto, sono disordinata. Ma almeno una volta all’anno svuoto l’armadio e metto tutto in ordine.

In questo modo riscopro capi di abbigliamento che avevo lasciato nel dimenticatoio e faccio spazio liberandomi di quei vestiti che non indosso più. Avete anche voi ancora quella minigonna che vi piace tanto ma che sapete con certezza che non metterete più? Liberatevene!

Fare spazio e ordine fa bene alla mente. Io non sono un’esperta ma se volete saperne di più c’è chi si occupa di questo per mestiere come, ad esempio, Chiara Matricardi.

  • fare shopping

Dopo aver fatto spazio negli armadi diventa necessario fare shopping!

Lo shopping dopo il riordino è molto più soddisfacente perché sapete esattamente cosa vi manca e troverete più facilmente gli abbinamenti giusti.

Fare shopping in questo periodo estivo è inoltre consigliabile per altri motivi:

  1. è rilassante. Si può girare liberamente nei negozi, senza la calca dei primi giorni di saldi. Niente folla, niente code ai camerini e i commessi sono più gentili e disponibili.
  2. si fanno affari. I capi in saldo sono rimasti pochi e spesso vengono fatti ulteriori sconti.
  3. ci sono i nuovi arrivi invernali e possiamo provarli con calma in anteprima.

Vi consiglio di cogliere questa occasione per lavorare su voi stessi attraverso il vostro abbigliamento, magari facendovi aiutare da una professionista come Elisa Scagnetti, cara amica, happiness coach e consulente d’immagine. Elisa saprà guidarvi, attraverso l’abbigliamento, alla riscoperta della vostra vera essenza. Il nostro modo di vestire può aiutarci a ritrovare la nostra armonia. Provare per credere!

Se desiderate avere una consulenza d’immagine fresca e giovanile, vi suggerisco anche Giada Denise.

E dopo una settimana così non resta che preparare la valigia!

Adoro preparare la valigia… è un esercizio di immaginazione, di concretezza e di abbandono del superfluo.

Bene, io parto per le vacanze e con me il mio blog.

Durante le vacanze il pc resta a casa. Devo far spazio a nuove emozioni e a nuovi incontri che ogni tanto condividerò su facebook.

Arrivederci a settembre! 🙂

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *