Respira

Respira in modo consapevole per migliorare la tua vita.

“Respira” è il pilastro del mio metodo Respira, Rallenta, Sorridi.

E’ il primo passo, quello più importante.

La respirazione incide sulla nostra capacità di utilizzare bene e in modo espressivo la nostra voce e condiziona anche la nostra capacità di mantenere uno stato emozionale positivo.

Chi respira male si affanna facilmente e comunica in modo reattivo, non attivo.

Una buona respirazione inoltre ha effetti benefici sulla nostra salute.

Il respiro è vita!

Respirare è l’atto più naturale e più potente che compiamo ogni giorno.

Molti respirano male perché utilizzano la parte alta del petto, sollevando le spalle. In questo modo solo un quarto dei polmoni viene riempito.

La respirazione più corretta è la respirazione diaframmatica.

I bambini piccoli respirano tutti con il diaframma. Questa respirazione viene persa con il passare del tempo spesso a causa di cattive posture, di blocchi muscolari, di stili di vita stressanti.

La buona notizia è che con un po’ di buona volontà si può ritrovare la respirazione corretta e migliorare la propria comunicazione e la propria vita.

Ma come fare a verificare come respiriamo?

Ecco un semplice esercizio:

  • seduti in posizione eretta mettete una mano sul petto e una sulla pancia
  • chiudete gli occhi e respirate normalmente

quale mano si muove? Se si muove la mano sulla pancia la vostra respirazione è diaframmatica, mentre se si muove la mano sul petto vuol dire che il vostro diaframma è bloccato e non state sfruttando a pieno la vostra capacità respiratoria.

Come fare quindi per sbloccare il diaframma e migliorare la propria vita da un punto di vista fisico, emotivo e anche relazionale?

Sono sufficienti 10 minuti al giorno e un po’ di buona volontà.

Ecco alcuni esercizi per la respirazione diaframmatica:

  1. stendersi supini e inspirare lentamente dal naso gonfiando l’addome come se fosse un palloncino. Espirare lentamente dalla bocca socchiusa. Per controllare il movimento possiamo mettere un libro o un cuscino sulla pancia. La respirazione sarà corretta se il libro si alzerà durante l’inspirazione e si abbasserà durante l’espirazione
  2. in piedi, fare lo stesso esercizio mettendo la mano sulla pancia
  3. in piedi, stendere le braccia verso l’alto ed eseguire lo stesso esercizio. Inspiro dal naso gonfio la pancia, espiro dalla bocca sgonfio la pancia (questo esercizio è molto utile perché aiuta a distendere l’addome. La contrazione dell’addome può essere causa di cattiva respirazione)
  4. in piedi, braccia dietro la schiena, la mano destra impugna il polso sinistro spingendolo verso il basso. Fare lo stesso esercizio (questo esercizio è utile per ampliare la gabbia toracica e per imparare ad assumere una buona postura).

Fate questi esercizi tutti i giorni. Quando inspirate immaginate di incamerare energia e quando espirate immaginate di liberarvi di tutte le tensioni. Ad ogni espiro sentite i vostri muscoli distendersi.

Il primo esercizio è ideale prima di addomentarsi perché favorisce il rilassamento e di conseguenza un sonno più tranquillo.

Gli altri esercizi potete farli al mattino o quando ritenete più opportuno.

Durante la giornata, ogni tanto, provate a verificare come state respirando. Ponete attenzione al vostro respiro e fate 5/10 respiri profondi e lenti.

Il mio consiglio è di respirare consapevolmente più volte al giorno.

Iniziate un vostro rituale. Almeno una volta al giorno, cercate un luogo tranquillo, accendete una candela e fate i vostri esercizi di respirazione…

Il respiro consapevole è la strada verso la meditazione. Ma di questo vi parlerò la prossima volta…

 

 

foto di Milena Federico

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *