Fai fluire i pensieri

Fai fluire i pensieri e vivi il momento.

Fai fluire i pensieri…

Il flusso o in inglese flow è in psicologia uno stato di coscienza in cui si è totalmente immersi in un’attività.

La teoria del flusso è stata introdotta per la prima volta dallo psicologo Mihaly Csikszentimihaly. Secondo questa teoria, quando si vive uno stato di flusso o esperienza ottimale, si è concentrati completamente in cosa si sta facendo tanto da perdere la consapevolezza di tutto il resto.

A tutti noi è capitato di vivere un’esperienza come questa: in riva al mare, ascoltando una musica piacevole, ballando, dipingendo o anche parlando con qualcuno che ci fa sentire bene. Questa è una situazione di benessere totale. Ecco perché è fondamentale imparare a riprodurla il più possibile nella nostra vita.

Cos’è che ci impedisce di vivere più frequentemente questi momenti?

I nostri pensieri, che si affollano nella mente e che non riusciamo a far scorrere.

Ma questi pensieri sono sempre così importanti?

Provate a scriverli! vi accorgerete che a volte non riuscite ad essere concentrati sulle vostre attività per pensieri banalissimi come andare a comprare il latte, caricare la lavatrice, fare una telefonata.

Io ho una teoria, che ho chiamato la “teoria delle mollette“. Secondo la mia teoria ognuno di noi ha un filo attaccato alla testa sul quale appende una serie di pensieri o cose da fare. Questi pensieri/mollette, anche se singolarmente sono leggeri, sommandosi diventano pesanti. Il peso ci porta ad avere la percezione di non farcela, di conseguenza ci stressiamo.

Cosa fare allora?

Stacchiamo le mollette e mettiamole su un foglio

Prova a stilare giornalmente una banalissima lista delle cose da fare e depenna man mano le cose fatte.

Questa attività ti porterà 3 benefici:

  1. la testa sarà alleggerita. Le mollette non saranno più appese!
  2. farai più cose perché concentrandoti su un’attività per volta riuscirai a svolgerla meglio e più velocemente
  3. alzerai la tua autostima, in quanto a fine giornata ti sorprenderai di quante cose avrai fatto e ti accorgerai che in fondo quelle ancora da fare sono poche

Ma cosa succede quando ad impedire il fluire dei pensieri non sono le cose da fare ma i pensieri inutili? oppure le preoccupazioni?

I pensieri hanno un senso se sono utili, se sono mezzi che ci aiutano a vivere, altrimenti occorre eliminarli. Non ha senso pre-occuparci di qualcosa prima del dovuto. Non ha senso occupare la nostra mente con pensieri legati al passato o al futuro.

Come fare quindi a vivere intensamente il presente facendo fluire i pensieri liberamente?

Io oltre alla teoria della molletta, cerco di ricavare del tempo per svolgere attività che mi aiutino ad acquisire consapevolezza: ballare, ascoltare musica, camminare, fare meditazione, leggere.

Queste attività sono per me un allenamento.

Non si può eliminare un pensiero con un altro pensiero, ma con un’azione.

Alleniamoci quindi alla consapevolezza! Consapevolezza di ogni nostro gesto: mangiare, camminare, respirare…

Così potranno fluire i nostri pensieri liberamente e saremo leggeri…

Leggeri, non superficiali…

Leggeri, profondamente felici 🙂

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *